Siti
Annunci di Lavoro

Tipologie di Sinto-Amplificatore Elettronico

I Diversi Modelli di Sinto

Come accennavamo al primo paragrafo, riepilogando: l'amplificatore o sinto elettronico, è quel dispositivo che è formato da un circuito di ingresso dove viene applicato un segnale elettrico con debole intensità e un circuito di uscita dove viene rilevato un segnale elettrico che cambia a seconda di quello di ingresso, ma si presenta con più intensità.

Ora andiamo a vedere quali sono le diverse tipologie di amplificatori che è possibile ricercare, abbiamo  dunque:

L'amplificatore differenziale, che è un dispositivo con due ingressi: uno invertente e l'altro no, e un' uscita, che amplifica la differenza dei segnali applicati ai due ingressi; questo dispositivo è insensibile ai disturbi esterni.

L' amplificatore operazionale, è un' apparecchio differenziale con un guadagno altissimo, un' impedenza di ingresso molto alta (qualche megahom), un' impedenza di uscita molto bassa (pochi ohm) e ampia banda passante.

Utilizzato dapprima negli elaboratori analogici per realizzare circuiti sommatori, sottrattori, integratori, derivatori, logaritmici ecc., è oggi largamente utilizzato anche come semplice amplificatore elettronico (preamplificatori microfonici, amplificatori per strumentazioni, amplificatori per sensori).

Esistono anche amplificatori operazionali di potenza, versatili quando sono richieste alte correnti e alte tensioni per funzioni di pilotaggio: comandi di motori, circuiti deflettori di pannelli elettronici, funzioni di controllo per amplificatori audio di alta qualità.

Alla fine degli anni '80 sono apparsi i primi amplificatori operazionali integrati con conversione digitale nello stesso chip, e i cosidetti integrati intelligenti di potenza che combinano nello stesso chip, funzioni analogiche che vengono  fornite dall'amplificatore operazionale e digitale.

 

Navigare Facile